Press "Enter" to skip to content

Basta poco

Lettera Politica N. 174

Mi/vi chiedo: perché le “Maratone” varie anziché farle passare per le vie della città, rompendo le palle a tutti i cittadini, non la fanno sulle Torricelle o in mezzo al verde che circonda Verona? Non sarebbe un vantaggio per tutti, a cominciare dai partecipanti che potrebbero respirare un’aria decisamente meno inquinata?

Mi/vi chiedo: perché insistono a rovinare una delle piazze più belle di Verona, piazza dei Signori – piazza Dante per i veronesi “de zoca”- con “i mercatini di Natale”? Che cosa c’entrano con la nostra tradizione i banchetti che vendono würstel, crauti e cianfrusaglie varie? E in ogni caso, perché proprio in piazza dei Signori? Possibile che il signor Bellerati non abbia niente da dire?

Mi/vi chiedo: perché in piazza Bra ( che poi si dovrebbe dire solo “Bra”, che significa “piazza” nella lingua dei Galli Cenomani che fondarono Verona ) insistono ad organizzare manifestazioni da strapaese che la deturpano? La piazza è meta di tutti i turisti che arrivano a Verona per vedere l’Arena e diventa perciò un biglietto da visita della città. Che immagine diamo a chi la porterà in giro per il mondo? A quando la corsa nei sacchi, il tiro alla fune e l’albero della cuccagna? Che senso ha dare a Zeffirelli l’incarico di disegnare i tendoni dei plateatici dei caffè che s’affacciano sul Liston e poi piazzarvi davanti banchetti e altre orribili installazioni?

Mi/vi chiedo: perché in piazza Erbe ci sono ancora i banchetti? Aveva senso una volta quando nella meravigliosa piazza c’era il mercato della frutta e verdura, una specie di supermercato all’aperto dove ogni mattina andavano a far la spesa le “done” che popolavano il centro della città. Ma che senso ha oggi che i banchetti, gestiti per lo più da indiani, cinesi e stranieri vari, vendono mercanzia che nulla ha a che vedere con la tradizione veronese? E poi i banchetti di una volta erano dei veri banchetti, con una struttura leggera, che la sera veniva avvolta da teli di iuta, certamente poco sicuri -ma non c’era pericolo- però più gradevoli alla vista. Cosa aspettiamo a liberare la piazza una volta per tutti quegli orribili catafalchi che più che i banchetti ricordano delle bare?

Basterebbe fare queste quattro cose a costo zero che la qualità della vita a Verona un po’ migliorerebbe.

13179 visite totali 3 visite oggi

Like
Like Love AhAh Wow Sigh Grrr
47

One Comment

  1. Aurelio La Monica
    Aurelio La Monica Dicembre 9, 2019

    concordo pienamente, una città importante come Verona merita un’attenzione e una cura che renda merito al prestigio storico culturale che rappresenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *