Press "Enter" to skip to content

Il Bus delle Libertà

Lettera Politica N. 136

Domenica 25 febbraio, in una mattinata gelida, un centinaio di persone ha accolto davanti la Gran Guardia il Bus delle Libertà promosso da Generazione Famiglia e CitzenGo Italia.

L’Officina è stata in prima linea nel favorire l’ingresso del pullman arancione in città, grazie a Leonardo Ferrari che ha ricevuto la richiesta ed ha fatto in modo che il bus potesse sostare in centro senza alcun problema. A differenza di quanto accaduto a Torino il giorno precedente, o in altre città governate dal Movimento 5 Stelle o dal PD in cui il bus ha trovato ostacoli, revoche e contestazioni, a Verona era presente una nutrita rappresentanza del Comune: il sindaco Sboarina e il vicesindaco Fontana, i consiglieri comunali Russo, Comencini, Zelger, Bressan, Drudi.

Oltre agli interventi dell’amministrazione, gli organizzatori hanno distribuito un vademecum – protagonisti nella scuola – con cui si vuole informare i genitori a prendere di nuovo consapevolezza del primato educativo che spetta anzitutto a loro. L’opuscolo informa anche sul gender e come si è infiltrato nelle scuole ed asili italiani negli ultimi anni.

Ancora una volta L’Officina si è dimostrata attenta ed in prima fila per portare avanti una cultura della famiglia e politiche che la rimettano al centro. Anche questo fa parte della grande opera di unione del centrodestra, che governa la nostra città e pronto a governare il nostro Paese.

 

6506 visite totali 6 visite oggi

Like
Like Love AhAh Wow Sigh Grrr

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[sg_popup id=3]