Press "Enter" to skip to content

Finocchiaro, A2Addio!

Lettera Politica N. 188

E così Finocchiaro s’è dimesso. Era stato messo lì con un preciso compito: quello di consegnare l’Agsm al colosso milanese A2A. Era questa la sua mission. Non c’è riuscito. Per fortuna, aggiungiamo noi. Per fortuna di Verona. Se gli fosse andata dritta nel giro di pochi mesi avremmo perso l’ultimo gioiello di famiglia che ci restava dopo la spoliazione subita dalla città negli ultimi 10 anni. Se gli fosse andata dritta non avremmo avuto più una società pubblica, la più grande, che ogni anno fattura un miliardo e riversa sul territorio 500 milioni di euro, che dà lavoro ad un migliaio di veronesi.
Ma il diavolo fa la pentola, non il coperchio. L’avevano pensata bella i fautori della “fusione” ( si scrive fusione, si legge cessione): mettiamo lì un manager con un curriculum di tutto rispetto, presidente dell’università di Trento. Caspita! Uno così non lo trovi mica sotto il cavolo. E poi è uno con una visione, non un provinciale che crede che ce la possiamo ancora fare da soli nell’era della globalizzazione. W Finocchiaro! W la A2A! E una volta insediato, avanti con la trattativa “riservata” con i milanesi che si volevano pappare Verona! E già qui qualcosa puzzava. Ma come? Tutto in segreto? Per un’azienda pubblica? Cioè di tutti? Nemmeno i consiglieri comunali erano messi al corrente. E non quelli di minoranza, ma anche quelli della maggioranza! Robe da non credere.
Poi il nostro Leo Ferrari, capogruppo di Fratelli d’Italia, ha lanciato il sasso nel silenzioso stagno: “la cosa non mi convince”. La Lega e Verona Domani nel cda di Agsm hanno bloccato l’operazione. Il sindaco, che Finocchiaro l’aveva nominato, ha dovuto mollare l’osso. Nella maggioranza a sostenere l’operazione c’erano solo i suoi, quelli di Battiti, in minoranza, perché Lega, Verona Domani e Fratelli d’Italia non sono d’accordo. Così è sfumato il progetto A2A. I veronesi non si sono fatti “infinocchiare”. Finocchiaro addio!

2139 visite totali 6 visite oggi

Like
Like Love AhAh Wow Sigh Grrr
33

3 Comments

  1. Maurizio Manfredi
    Maurizio Manfredi Agosto 6, 2020

    Come sempre gli UOMINI de l’Officina si distinguono in mezzo ai casinisti arruffoni e poco trasparenti di altre estrazioni politiche! L’Officina…per FdI è un riferimento e una solida certezza!

  2. Paolo Danieli
    Paolo Danieli Agosto 8, 2020

    Grazie Maurizio, questo è il complimento più bello! Quella dell’Asm con l’Aeroporto è una delle due battaglie che L’Officina sta conducendo su Verona per difendere gli interessi dei veronesi. Per farlo non guardiamo in faccia nessuno. Neanche se questi sono gli alleati dell’amministrazione comunale di Palazzo Barbieri. Una prima battaglia l’abbiamo vinta. Adesso dobbiamo riprenderci il nostro Aeroporto. Avanti tutta!

  3. Paolo Danieli
    Paolo Danieli Agosto 8, 2020

    Grazie Maurizio del complimento! E’ la gratificazione più bella per le nostre battaglie. L’Officina si batte per difendere gli interessi dei veronesi senza guardare in faccia nessuno. Nemmeno se si tratta di alleati dell’amministrazione di Palazzo Barbieri. La battaglia su l’Agsm l’abbiamo vinta! Ora dobbiamo vincere quella sull’Aeroporto! Avanti tutta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *