Press "Enter" to skip to content

IL VENTO IN POPPA

Lettera Politica N. 773

I sondaggi e i risultati delle europee dicono che la destra ha il vento in poppa. Mai una situazione era stata così favorevole. Per trovare qualcosa del genere bisogna risalire a venti e più anni fa. Allora era il centrodestra. Ora è la destra. O destra-centro, se preferisce chi ha nostalgia di un luogo politico che non esiste più. I tre partiti di quest’area in caso di elezioni stravincerebbero ed andrebbero al governo. Non per contratto ma per volontà del popolo. Per questo Salvini ha due obblighi: uno politico, di staccare la spina per andare a votare a settembre e uno morale, di rispettare il mandato degli elettori che lo hanno votato come leader della coalizione.
Il vento in poppa, si diceva. Ma non basta. Bisogna anche saper distendere le vele in modo che il vento le gonfi e faccia procedere veloce la barca.
Il primo, indispensabile elemento per vincere, è l’unità. Lega, FdI e FI a tutti i livelli devono stare uniti, anche in quei comuni nei quali la coalizione assume la veste “civica”.
L’anomalia del contratto giallo-verde deve rimanere un episodio isolato da relegare nel cassetto dei ricordi. Eccezione che conferma la regola che se la coalizione è unita vince a tutti i livelli e raccoglie il consenso della maggioranza assoluta degli italiani.
Quando ha prevalso il particolarismo, quando gli interessi dei singoli, uomini o partiti, hanno prevalso, la sconfitta è stata la conseguenza immediata. Sono passati 9 anni, ma l’effetto devastante sul centrodestra dell’operazione Fini non può essere dimenticato.
E sul livello locale valga per tutti il monito di Padova, dove un paio d’anni fa uno sciagurato sabotaggio interno ad opera di una manciata di amministratori ha mandato a casa la giunta Bitonci consegnando la città alla sinistra. Operazioni del genere vanno stroncate con la massima decisione!

1215 visite totali 18 visite oggi

Like
Like Love AhAh Wow Sigh Grrr
24

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[sg_popup id=3]