Impegno per la cultura


Lettera Numero: 130

Giovanni Perez, intellettuale di destra e saggista, ha iniziato a collaborare con L’Officina e a dare il suo contributo alla “Lettera politica”. La cultura è uno delle principali motivazioni per le quali, ormai da decenni, è impegnato politicamente a sostenere i nostri comuni valori e le nostre idee e appunto sulla cultura ha scritto questa “Lettera politica veronese” che volentieri pubblichiamo.

La rinnovata amministrazione del Comune di Verona ha acceso interesse e aspettative in taluni ambienti culturali che, a vario titolo, si collocano in un affine orizzonte ideale e politico. La favola di una cultura “schierata a sinistra” non mi ha mai convinto, perché fu, semmai, un potente settore dell’industria culturale, la cui paternità risale nei suoi aspetti migliori a quel Delio Cantimori, uno storico proveniente dal fascismo e poi divenuto consigliere ci Togliatti; un’industria nelle cui maglie finirono intellettuali di vario genere, che mise in ombra quanti non si sottomisero alle cricche ideologiche operanti nelle università, nelle case editrici, nei premi letterari, come fu coraggiosamente denunciato, tra gli altri, da Francesco Grisi con il suo Sindacato Liberi Scrittori già negli anni Settanta.
Ora si tratta di capire se l’amministrazione veronese intende favorire, accanto alla “Buona cultura”, che nessuno intende toccare, proprio perché respingiamo la prassi che è, salvo le lodevoli eccezioni, propria della sinistra, favorire quelle iniziative che vanno nella direzione della “Cultura buona” e perciò capaci cioè di qualificare quella direzione, senza tentennamenti. Si tratta essenzialmente di creare alcune iniziative culturale capaci, peraltro, di unificare le varie componenti del Centro-destra, rafforzandone sicuramente la stessa tenuta politica, catalizzando ciò che unisce nel rispetto delle differenti sensibilità e vocazioni.
Ritengo che sarebbe opportuno organizzare un incontro, da parte de l’“l’Officina” e da quanti hanno a cuore il tema qui sommariamente prospettato, per formulare quelle proposte concrete da portare come contributo ai responsabili dell’amministrazione, iniziando una proficua collaborazione. Le energie ci sono, e sono tante e di primissima qualità; esse attendono soltanto di essere ridestate da un progetto ispirato da credibilità di propositi e serietà nella rispettiva attuazione.

 

2372 visite totali 138 visite oggi

Like
Like Love AhAh Wow Sigh Grrr
101

3 Commenti

  1. diego marchiori dice:

    Condivido l’appello del prof. Perez e da parte mia colgo volentieri il suo invito.

    dicembre 8, 2017
    Rispondi
  2. manlio fichera dice:

    sono d’accordo anche io e mi congratulo

    dicembre 9, 2017
    Rispondi
  3. Roberto Gallo dice:

    E’ la persona giusta con le Idee Giuste. Adesso non diciamo che mancano Uomini o Idee.
    Erwache Deutschland! scrisse, ragione, un certo Fichte…

    dicembre 9, 2017
    Rispondi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *