Press "Enter" to skip to content

Partecipate alla ripresa

Lettera Politica N. 180

Il Vinitaly è saltato. La stagione lirica in pericolo. E fa tremare le vene dei polsi l’indotto che viene a mancare. L’aeroporto è chiuso. Ristoranti, trattorie, agriturismo, bar, gelaterie e caffè pure. Gli alberghi vuoti. La stagione turistica compromessa in città, sul lago e sui monti. I negozi chiusi. Tutto si è fermato. E anche quando si riaprirà sarà molto dura. Anche perché, a parte le apparizioni in tv, il governo non ha fatto niente di concreto per venire incontro a cittadini e imprese. Dei soldi promessi da Conte – 200 miliardi di qua, 400 miliardi di là, 600 euro alle partite Iva- non è arrivato nulla. Dovrebbero passare dalle banche, ma in banca non sanno niente.
Tutto fa pensare che ci dovremo arrangiare. Come ha fatto Zaia, che è andato a comprare 50 respiratori in Svizzera. Ché, se avessimo aspettato Roma, stavamo freschi. Il Veneto ha dimostrato di essere capace di arrangiarsi. E così dovremo fare anche noi veronesi. Ognuno dovrà fare la sua parte per tirar su la baracca. La dovranno fare gli imprenditori, a cominciare dai più grandi. La dovranno fare i lavoratori. Ma soprattutto dovranno essere le istituzioni a impegnarsi per la rinascita.
La pandemia ha dimostrato che del mercato non ci si può fidare. Senza la politica l’economia va a rotoli. Con buona pace dei liberisti. Ciò vale a tutti i livelli. Anche a quello locale. Ecco allora che al comune capoluogo spetta il compito di avviare quei processi virtuosi indispensabili alla ripresa. Un ruolo fondamentale dovrà averlo l’Agsm, tradizionale forziere, che può fare molto, sia in termini di occupazione che di sviluppo. Lo stesso vale per le altre partecipate, in quanto tali traggono ragion d’esser dalla loro funzione sociale. Nella disgrazia il Comune ha fatto finora la sua parte. Onore al merito. Ora viene quella più difficile. Non può tirarsi indietro.

2274 visite totali 3 visite oggi

Like
Like Love AhAh Wow Sigh Grrr
24

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[sg_popup id=3]