Press "Enter" to skip to content

Ue e Urss: come si somigliano!

Lettera Politica N. 746

Viktor Orban, il premier ungherese considerato uno dei punti di riferimento del fronte che si batte per riformare dalle fondamenta l’Unione Europea, in un recente discorso si è richiamato a quanto sostenuto il vecchio dissidente e intellettuale russo Vladimir Bukovskij che assimila l’Unione Europea all’Unione Sovietica. Somiglianza che è stata evidenziata anche in una Lettera Politica a firma di Giorgio Maria Cambiè qualche mese fa.
Orban come Bukovskij ha assaggiato direttamente il regime sovietico. Quindi quello che affermano entrambi è frutto di esperienza vissuta, cosa che rende il loro ragionamento ancora più credibile.
Vediamo quali sono i punti in comune fra le due Unioni.
Il sistema tecnocratico su cui si basa l’Unione Europea è molto simile a quello burocratico dell’Urss.
Come in Unione Sovietica il potere è nelle mani di una classe dirigente sovranazionale ed è gestito senza responsabilità e controllo da parte dei cittadini, cosa che lascia spazio all’arbitrio ed alla corruzione.
Se l’Unione Sovietica era comandata da una quindicina di persone che non erano elette e non dovevano rendere conto a nessuno, l’Ue è in mano a due dozzine di personaggi non eletti da nessuno ma cooptati, emanazione di interessi di lobbies e multinazionali.
L’Urss con la scusa dell’internazionalismo proletario aveva distrutto tutte le nazioni sovrane del suo impero, esattamente come Bruxelles sta facendo con le identità nazionali e le sovranità attraverso l’immigrazione in nome del Pensiero Unico, del libero scambio e del cosmopolitismo consumista.
Due utopie simili, l’internazionalismo comunista ed il mondialismo capitalista caratterizzano entrambe le Unioni.
L’Urss era un regime totalitario. E lo è anche l’Ue, solo che invece della forza fisica usa mezzi di coartazione più sottili, come l’emarginazione o la messa al bando di chi non è allineato al politicamente corretto.
Infine, come l’Unione sovietica anche l’Europa di Bruxelles contiene i germi della propria dissoluzione e come l’Urss crollerà per cause proprie.

1536 visite totali 6 visite oggi

Like
Like Love AhAh Wow Sigh Grrr
85

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[sg_popup id=3]