Press "Enter" to skip to content

Bisognava entrare

Lettera Politica N. 840

Fratelli d’Italia è rimasto fuori dal governo Draghi. La Meloni ha privilegiato la coerenza su ogni altra valutazione. Il suo ragionamento è semplice. Draghi o non Draghi non possiamo governare assieme a grillini e piddini. E poi le differenze nella maggioranza sono troppe, destinate a paralizzarla. I provvedimenti in favore degli italiani li voteremo comunque. Stiamo da soli all’opposizione. Al momento opportuno coglieremo i frutti. Il ragionamento non fa una grinza. Ed è anche onesto. Come la Giorgia nazionale. Ma non siamo d’accordo. Rompere il centrodestra è un errore. Lo si indebolisce proprio quando i sondaggi lo davano attorno al 51%. E a cascata potrebbero esserci ripercussioni sul territorio. E’ pericoloso isolarci. In nome della coerenza il Msi è stato isolato per 40 anni con i voti “in frigorifero”, cioè inutili, perché non incidevano sulla vita degli italiani. Nel 1994, grazie a Berlusconi – diamo a Cesare quel che è di Cesare e a Silvio quel che è di Silvio- siamo usciti dal ghetto. La destra è diventata spendibile e forza di governo. Nel ghetto ormai non ci torniamo più. Il rischio è che i voti possano tornare in frigorifero. Non aver colto l’occasione di mettere in difficoltà il M5S entrando nel governo è un’occasione persa. Avrebbe potuto essere la botta finale per i grillini. E infine: perché auto-escludersi dall’unico governo che, a differenza dei precedenti, avrà l’occasione di spendere per gli italiani e, siccome peggio di così non è possibile, di fare bella figura? Unica eventualità che potrebbe dare ragione alla scelta di FdI è che, scaduto il blocco dei licenziamenti, i disoccupati inferociti si ribellino scendendo in piazza e mettendo il paese a ferro e fuoco. Ma è un’eventualità piuttosto remota. La rivolta non è nelle corde degli italiani.

1788 visite totali 3 visite oggi

Like
Like Love AhAh Wow Sigh Grrr
23

7 Comments

  1. sergio cucini
    sergio cucini Febbraio 8, 2021

    Giorgia Meloni ha fatto la scommessa della vita e da questa decisione può derivare o l’all-in alle prossime elezioni oppure quanto immaginato nella lettera. ci sono ragioni valide per entrambe le soluzioni ed è speculazione parteggiare per l’una o per l’altra.
    personalmente sono d’accordo che ad estremi rimedi si superano tutti gli ostacoli, perchè un governo di salute pubblica giustifica le proteste dei nostalgici.
    ed in italia paga più stare nelle stanze del potere che esserne tenuti distanti aventinianamente.

  2. Roberto
    Roberto Febbraio 8, 2021

    Condivido l’opinione pubblicata, ma faccio un distinguo Berlusconi ci ha fatto uscire dal ghetto ma voleva metterci la catena.

  3. Antonio Pantano
    Antonio Pantano Febbraio 9, 2021

    Per far da REGGICODA ad un LADRONE MATRICOLATO, di provata esperienza a TRUFFARE,? In realtà si tratta di un antico MANEGGIONE della scuola del C:A:C: Carlo Azelio Ciampi, quello dei 67.000 miliardi spariti e dello assassinio procurato a CARLO TASSI ! Abile a fre MUINE certamente meglio di quel FESSO di Conte ! I reggichiappe di Draghi riceveranno monetine, ma faranno la figura dei FESSI e LADRI in seconda! IL REGIME CONTINUA nel suo INCONCLUDENTE ANTIFASCISMO !

  4. ANNA FACCIOLI
    ANNA FACCIOLI Febbraio 9, 2021

    CONDIVIDO LA SCELTA DELLA MELONI. Le ammucchiate lasciatele fare a Pd 5 Stelle Leu Ciampolillo e chi più ne a più ne metta…. compresa la Lega. Finalmente una che sa che cos’è la COERENZA.
    In questo paese di voltagabbana neppure Draghi riuscirà a mettere ordine….. faranno saltare lui piuttosto.

  5. Manlio Montagna
    Manlio Montagna Febbraio 9, 2021

    Dimmi che cosa ” di destra ” è stato mai fatto dopo l’uscita dal “frigorifero”. A me non viene in mente nulla di importante !

  6. Otello Pozzi
    Otello Pozzi Febbraio 10, 2021

    Nel giro di pochi mesi dobbiamo gestire una campagna vaccinale di dimensioni bibliche e predisporre un novello “piano Marshall”, potenzialmente in grado di produrre una crescita poderosa. Aggiungo che, finalmente, è in campo un personaggio di altissimo profilo e straordinaria competenza. Francamente penso che solo miope demagogia possa spingere qualcuno a non sostenere il tentativo del Presidente Incaricato. Otello Pozzi.

  7. Eugenio Pio
    Eugenio Pio Febbraio 15, 2021

    Draghi ha imbarcato la politica nel suo governo, per livellarla a suo piacimento.
    Sarà difficile attribuire dei meriti = consensi ad una componente politica perché il merito ed il consenso ( se ce ne sarà ) è del governo nel suo insieme! Immagino che le problematiche da affrontare non saranno indolori per noi cittadini ed anche in questo caso nessuno degli imbarcati avrà parola almeno ” di conforto ” per noi cittadini. Il treno è appena partito e forse chi ha una visione strategica potrebbe scendere in corsa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *